Grazie Stomaco in Salute free – StopGastrite

Benvenuto nel Programma "Stomaco in Salute"

IMPORTANTE!

Riceverai le mie comunicazioni via email all’indirizzo di posta che hai inserito

In ogni email riceverai informazioni utili per iniziare il tuo percorso e i link per accedere ai 4 video appena verranno pubblicati.

Qui sotto trovi l’area Commenti

Raccontami la tua esperienza con questi disturbi e cosa vuoi ottenere con i Metodi Naturali.

Sono lieto di risponderti personalmente!

79 commenti su “Grazie Stomaco in Salute free”

  1. Ursula Rangoni

    Buongiorno,
    sono Ursula e le scrivo per avere consigli su come migliorare i problemi del mio stomaco. Soffro di gastrite

    Buongiorno,
    sono Ursula ho superato i 70 anni e vorrei tanto avere qualche consiglio per migliorare la qualità della mia vita compromessa dal mio stomaco. Soffro di gastrite cronica non atrofica, linea Z frastagliata e risalita assieme alla giunzione esofago-gastrica per ernia jatale di circa 2cm. Cardias incontinente.
    Soffro in questo periodo di continue eruttazioni, digestione difficile col cibo che sento ancora dopo ore nello stomaco, dolore alla bocca dello stomaco che mi provoca malessere generale. In periodi come questo prendo omeprazolo 10mg. (prima il medico mi aveva prescritto esomeprazolo 20 mg.) ma non mi fa nulla, anzi a volte peggioro così come quando prendevo esomeprazolo.
    Penso forse di non avere sufficienti enzimi digestivi ( l’anno scorso avevo la lipasi e l’amilasi fuori range esami che avevo fatto privatamente perché il medico non li prescrive) oppure non equilibrati.
    Aspetto una sua gradita risposta che mi aiuti a recuperare il gusto della vita.

    1. Pierluigi Caramagna

      Buongiorno Sig.ra Ursula,
      si certamente ha un basso livello di acido ed enzimi digestivi e può chiedere in farmacia qualcosa di valido. Purtroppo devo avvisarla che il programma gratuito a cui si è registrata non è più disponibile. Oggi è l’ultimo giorno per aderire al programma di approfondimento che presento una volta l’anno. Se fosse di suo interesse le allego il link per vedere il video di presentazione: https://stopgastrite.it/programma-olistico-stomaco-in-salute/

  2. Buongiorno Dottor Caramagna.
    Nel 2012 a seguito di reflusso gastroesofageo mi viene consigliata una gastroscopia dalla quale risulta una piccola ernia iatale da scivolamento e cardias lievemente incontinente con mucosa dello stomaco lievemente iperemica.
    Il medico di base mi prescrive gastroprotettori e mi fa assumere pantoprazolo 20mg.
    Successivamente nel 2020 a seguito di dolori e fastidi allo stomaco ripeto la gastroscopia dalla quale emerge che ho dei piccoli polipi fundici nel corpo e nel fondo dello stomaco.
    Le Dottoresse durante la gastroscopia mi informano che questa potrebbe essere una conseguenza dell’assunzione di pantoprazolo per lunghi periodi.
    Con mio grande sconforto verifico che sulla prima gastroscopia era consigliata una assunzione di gastroprotettori per 4 settimane…..
    Ebbene il medico di base me li ha fatti prendere per 8 anni e quando ne abbiamo parlato ha smentito che i gastroprotettori creano polipi gastrici.
    Decido di fare una visita da un gastroenterologo e questi mi dice che poichè non vi è reflusso non dovevo assumere gastroprotettori e mi consiglia al bisogno di assumere 1 o 2 pastiglie di maloox e un gastroprotettore.
    Mi sento confuso e deluso oltrechè che impaurito dalla presenza di polipi gastrici anche se il medico di base mi consiglia di controllarli ogni 3 anni.
    Mi rendo conto che la dieta ha un ruolo importante per gestire la gastrite, devo evitare: vino, dolci e caffè se voglio star bene altrimenti tornano i dolori.
    Mangiare in bianco mi deprime un pò tuttavia lo devo fare per il mio bene.
    Attualmente ho sofferto di digestione lenta, acidità e nausea il farmacista mi ha consigliato Bianacid per un periodo.
    Ho 58 anni e primi problemi allo stomaco li ho avuti 8 anni fà prima non sapevo neanche dove fosse situato quest’organo.
    Ho smesso di leggere su internet poichè peggiora la mia ipocondria.
    Penso che la causa scatenante di questo disagio sia è stato un lungo e forte stress in ambito lavorativo.
    Mi piacerebbe avere la possibilità di essere aiutato a curarmi da un medico di fiducia per gestire curare e guarire laddove fosse possibile da questo problema.

    1. Pierluigi Caramagna

      Buongiorno, capisco la sua delusione e certamente lo stress accumulato ha contribuito. La sua storia è simile a molte altre che ho conosciuto in tanti anni ed è anche per questo che esiste questo sito e sto offrendo queste informazioni. In questo programma troverà l’essenza del mio programma naturale con alimentazione e rimedi. Come biologo appassionato di metodi naturali mi sento di aiutarla in questo senso, non essendo un medico. Se dovesse trovare beneficio dai 4 video che riceverà nei prossimi giorni e sente che quello che dico le dà fiducia, sarò lieto di darle il mio aiuto nei limiti delle mie competenze.

  3. Daniela RUFFIN

    Salve dottore, mi chiamo Daniela e ho 56 anni; da diversi anni soffro di reflusso gastroesofageo. Ho fatto due gastroscopie, da cui è sempre emerso la stessa cosa: una gastrite cronica in quiescenza e un’ernia iatale di 5 cm. Negativo l’ Helicobacter. Ho preso per poco tempo il gastroprotettore Pantorc, ma ho sempre cercato di curarmi con l’alimentazione e con cose naturali. Io trovo molto benificio con l’aloe Vera, che prendo nei cambi di stagione per tre mesi. Bevo spesso camomilla…. insomma credo molto nelle cure naturali. Spero di trovare una soluzione ancora più efficace con i vostri consigli. Grazie.

    1. Pierluigi Caramagna

      Buongiorno Daniela, grazie della sua condivisione. Sono lieto della sua predisposizione verso i metodi naturali e che abbia già qualche beneficio. A breve vedremo insieme altre strategie utili. Poi potrà farmi le sue domande. A presto

  4. Alma Antonella

    Buongiorno, sono Antonella, nel mese di dicembre 2020 ho aderito al programma “Stop gastrite” con discreti benefici, tanto che in accordo con il medico, ho dimezzato la dose giornaliera dell’ IPP . Da 2 settimane , considerati i miglioramenti, ho sospeso il farmaco (Pariet 10mg) anche in previsione di una gastroscopia di controllo prescrittami dal medico. Purtroppo dopo circa una settimana dalla sospensione ho cominciato ad avvertire pirosi irradiata verso la gola e malessere digestivo da acidità (che molto raramente avevo avvertito prima: dopo aver assunto in pasti diversi the, pomodori e vino rosso). Il ricorso allo specialista era stato motivato da dispepsia, rallentamento nello svuotamento gastrico e gonfiori addominali.
    Probabilmente è il famoso “effetto rimbalzo” da sospensione .
    Ho aderito al nuovo programma perché ritengo utile percorrere una via naturale (quando possibile) per affrontare le problematiche legate al reflusso e alla presenza dell’H.P. con gastrite. Grazie. Cordialità

    1. Pierluigi Caramagna

      Buongiorno Antonella, bentrovata e grazie della sua condivisione. Sono lieto che abbia avuto benefici e capisco che in questo periodo la sospensione completa del farmaco possa averle creato un “effetto rebound” come definisce giustamente. Sono cose molto frequenti nei cambi di stagione che tendono a far aumentare nuovamente l’acidità anche senza motivi evidenti. Eviti in questo momento gli alimenti che possono intensificare l’acidità, poi nel programma vedremo altre strategie che potranno aiutarla. A presto

    2. Ciao sono melania sono sette anni che soffro di ernia da scivolamento con reflusso e gastrite cronica assumo sempre gastroprotettore antiacidi pirocinetici e a volte anche ansiolitici ma senza risultato soffro quasi tt i giorni di un dolore al.petto e retrosternale ho fatto esami anche cardiologici ortopedia e hanno escluso ho fatto anche una manometria esofagea con il.ph delle 24 ore sono disperata eppure faccio una alimentazione corretta e nn mangio senza lattosio perché sono intollerante per di più ci sono settimane che ho sempre diarrea

    3. Pierluigi Caramagna

      Buongiorno Melania, grazie di aver condiviso la sua storia con questi disturbi. Non si disperi perchè si può sempre fare qualcosa. Dalla manometria esofagea si dovrebbe capire se il suo reflusso è acido, basico o gassoso. Questo può servirci per capire come affrontare il problema nel suo caso. Mi scriva durante il programma e le darò qualche consiglio per interpretare i dati di questo importante esame. Il dolore al petto è dovuto al reflusso, è una cosa molto frequente.

  5. Buongiorno sono Nicoletta…ho 57 anni..da anni soffro di gastrite..dolori e bruciori..ultimamemte mi capita che durante il pranzo..mi sento risalire il cibo…e tante volte sento che mi si blocca durante la deglutizione sull esofago.sto.prendendo esameprazolo…e fermenti lattici..perché ho anche disturbi gastrointestinali..colite..inoltre appena faccioterapia con corticosteroidi o fans…il disturbo peggiora..cosa dovrei fare oltre la terapia?

    1. Pierluigi Caramagna

      Buongiorno Nicoletta, capisco la sensazione fastidiosa di avere reflusso di cibo anche durante il pranzo. Se poi deve assumere antinfiammatori per necessità questi vanno ad aumentare l’acidità e l’infiammazione di stomaco. Nel programma vedremo cosa può fare per aiutarsi con l’alimentazione e con qualche rimedio naturale. A presto

  6. Salve mi chiamo Albert o visto e mi sono scritto perché e un un’anno che o problemi con stomaco e risultato reflusso ,,poi i fatto tutti i accertamenti o fatto gastroscopia e ce ernia iatale poi fatto per il batterio h .p. che dopo la cura non ce piu,,,però il problema e che soffro sempre anche se sto seguendo un dieta adeguata perche le medicine li o tolte tutti.

    1. Pierluigi Caramagna

      Buongiorno Albert, bene che ha fatto tutti gli accertamenti medici perchè sono importanti. Poi sull’alimentazione le darò indicazioni perchè possa recuperare meglio dall’infiammazione di stomaco che spesso rimane, anche se ha fatto la cura per l’Helicobacter.

  7. sabrina baroni

    Salve ci siamo sentiti tempo fa su Skype e ho seguito tanti tuoi consigli per esempio sono tanti mesi che uso tisane prima e dopo pasti Ho avuto miglioramenti ma essendo sempre stressata perché soffro di altre malattie cronica e altri problemi il mio elicobacter ha preso sopravvento Ci convivo da anni non riuscendo a completare terapia

    1. Pierluigi Caramagna

      Buongiorno, si mi ricordo di lei. Certo il livello di stress condiziona molto la guarigione definitiva, non solo dello stomaco. Nel programma vedremo l’essenza del mio programma completo e troverà altri spunti per approfondire.

  8. Salve, sono Emanuela ho 44 anni, non ho avuto finora grandi problemi allo stomaco, ma per un’erba al disco ho dovuto prendere una dose massiccia di farmaci, pantoprazolo, cortisone e fans, da allora ho qualche problema di reflusso e aciditá, inoltre ho difficoltá ad elaborare un’alimentazione che possa essere d’aiuto perchè devo incrociare la mia dieta quotidiana con quella di mia madre, che vive con me ed ha da qualche anno l’helicobacter pilori, non sempre riesco a conciliare le sue problematiche e spesso faccio degli errori…Vorrei sapere come poter conciliare entrambi i problemi per trovare un equilibrio e una maggiore funzionalità nel preparare i pasti di ogni giorno, in modo da lavorare sull’equilibrio alimentare. Grazie per l’attenzione!Emanuela

    1. Pierluigi Caramagna

      Buongiorno Emanuela, capisco l’esigenza di far conciliare e bilanciare la vostra alimentazione. Vedremo alcune strategie pratiche e veloci nel programma gratuito. a presto

    2. Salve mi chiamo Rita ed ho 56 anni.sono anni che soffro di dolori alla parte alta dello stomaco nel 2013 ho fatto gastroscopia:diagnosi gastrite cronica .e ernia iatale da scivolamento.2 mesi fa ho rifatto gastroscopia.stessa diagnosi.e visita da gastroenterologo: che dice che soffro di dispesia mista.cosa mi consiglia?

    3. Pierluigi Caramagna

      Buongiorno Rita, quando è presente una gastrite cronica abbiamo bisogno di ridurre l’infiammazione e rendere più veloce la digestione. Nel programma tra pochi giorni vedremo cosa fare. Il dolore che sente è dovuto all’acidità di stomaco che possiamo regolare con l’alimentazione e qualche rimedio di cui parleremo. Poi mi potrà far altre domande se avrà bisogno.

  9. Buongiorno, mi chiamo Nadia ho da poco compiuto 66 anni. Dall ‘ età di 19- 20 anni soffro di gastrite. Negli ultimi tempi ho riscontrato saltuariamente reflusso gastroesofageo. Mi è anche stato diagnosticato ““Helicobacter pylori “ . La prima volta fu 20anni fa. Non riuscendo a curarmi con la terapia antibiotica, sono ricorsa a cure omeopatiche per lungo tempo. Purtroppo non hanno dato L’ esito sperato. Ho ripetuto L’ esame un anno fa e ho avuto conferma dell’ esito positivo al Breth test. A tutt’ oggi la mia situazione è un po’ peggiorata in quanto ,dal lockdown dello scorso anno, ho dovuto assumere una pastiglia di Olmesartan da 10 mg, che mi fa aumentare l’acidità di stomaco. Visto e considerato che, sia il mio medico sia il gastroenterologo, mi propongono come unico rimedio la terapia antibiotica, che quasi sicuramente non riuscirò a completare( come già accaduto in passato), chiedo a Lei se gentilmente mi potesse suggerire dei rimedi alternativi. Per completezza d’informazione, Le preciso che ho pure una diverticolosi del sigma che mi procura dei fastidì , soprattutto se assumo CerteClassi di antibiotici . La ringrazio anticipatamente per la Sua disponibilità. Cordialmente Nadia

    1. Pierluigi Caramagna

      Buongiorno Sig.ra Nadia, grazie di aver condiviso la sua storia con i disturbi digestivi. In questo programma tutto naturale parleremo di alimentazione e rimedi utili anche per inibire l’helicobacter Pylori. A presto!

  10. luciano coviello

    Buongiorno Dott.Caramagna,noi ci conosciamo già mi chiamo Luciano Coviello e all’incirca due anni fa vi scrissi per le mie problematiche legate al reflusso gastroefageo e contestualmente con la presenza del batterio imputabile a tutto questo problema L’ELICOBACTER, dove in seguito voi mi avete mandato una consulenza del benessere Alimentare. E proprio stamattina nel vedere questa mail dove con dei video date delle ulteriori informazioni al problema, non ho esitato un solo istante nell’iscrivermi. Spero che avrò delle ulteriori informazioni dove poter prendere spunto dietro vostri consigli.Un saluto LUCIANO

    1. Pierluigi Caramagna

      Buongiorno Sig. Luciano, sono lieto che abbia aderito al programma. Sono sicuro che troverà altre informazioni utili! A presto

  11. salve dottore e da 15 giorni che o sempre nausea malessere interno che non o voglia di fare niente come mangio qualcosa mi riempio subito .quando invece prima non mi saziavo mai .ieri o fatto la gastroscopia e mi anno trovato una gastrite….mi ha prescritto una cura ma non sono fiducioso sono anche molto ansioso e sto perdendo molto peso mi aiuti per favore……..

    1. Pierluigi Caramagna

      Buonasera, mi spiace molto, ma non posso aiutarla in questa fase acuta dei suoi disturbi. Per ora segua le indicazioni mediche e poi quando starà meglio potrà richiedermi un consulto per evitare di ritrovarsi in questa situazione.

    2. Monica Galtarossa

      Buongiorno sono Monica ho 57 anni premenopausa quindi periodo ancora piu delicato .soffro da anni di stomaco: reflusso ernia letale assumo ipp e antiacidi da anni..sono allergica a graminacee balsamo del peru e quindi anche a cibi incrociati sono interessata a questo programma per vedere di riuscire a smettere farmaci. Unico neo fumo qualche sigaretta.grazie

    3. Pierluigi Caramagna

      Buongiorno Monica, grazie di avermi scritto. E’ vero come dice che questo è un periodo delicato anche per la stagione dei pollini e ci sono alimenti che possono peggiorare le allergie e l’acidità di stomaco. Il fumo, per quanto da evitare è un discorso delicato che è meglio affrontare con calma, perchè la nicotina a basse dosi ha un effetto calmante sul sistema nervoso. A presto

  12. Salve dott Gianpiero, volevo chiederle se avendo metaplasia intestinale e lieve atrofia sia necessario assumere vitamina b12. Non so se ho carenza ma spesso ho letto che chi soffre di questo facilmente va in anemia. Grazie

    1. Pierluigi Caramagna

      Buonasera, deve fare un semplice prelievo di sangue, emocromo e dosaggio vitamina B12 per capire se ne ha bisogno. Quello che posso dirle con certezza è che l’assunzione cronica dei farmaci antiacido impedisce l’assorbimento della vitamina B12 dagli alimenti. Pierluigi

  13. Buongiorno. Da poco più di un anno soffi di bruciore esofago e di digestione difficile. Circa sie mesi fa mi è stata asportata la colecisti per la presenza di un calcolo, la situazione è migliorata ma continuo ad avere bruciore e difficoltà digestiva. Ho fatto diversi cicli di terapia con inibitori di pompama non ho ottenuto nessun risultato positivo. Seguo una dieta priva di grassi, di fritture e di sostanze irritanti per lo stomaco. Vorrei trovare una terapia priva di medicine che fanno male.

    1. Pierluigi Caramagna

      Buongiorno, probabilmente nel suo caso produce pochi succhi gastrici. Nel programma troverà informazioni per rendere più veloce la digestione e ridurre il bruciore.

  14. Buongiorno,
    mi chiamo Gigliola ho 45 anni e da tempo soffro di gastrite cronica, con ernia iatale e reflusso gastroesofageo. Nonostante le cure fatte con pantoprazolo i miei dolori di stomaco sono continui e molto fastidiosi. In questo periodo poi non arrivano a passare, il reflusso e’ continuo ed ho anche una bocca amarissima e prurito alla lingua. Perche’???? Non ne posso piu’!!!Grazie

    1. Pierluigi Caramagna

      Buongiorno Gigliola, capisco il suo disagio! Purtroppo dipende dal reflusso, anche la bocca amara.

  15. Save sono giovanna ho 60 anni da anni soffro di bruciori di stomaco curato con omeprazen 10mg nell ottobre 2019 ho fatto la 2 gastroscopia a distanza di 15 dalla prima( co n esito gastrite)…..nella 2 mi hanno riscontrato elicobater pilori ed esofago di barret mi sto curando con gastrotuss e lucen inizialmente 40mg ttora 20mg….elicobater sembra nn ci sia più in quanto dopo cura con antibiotici ho fatto la coprocultura risultata negativa…..il medico consiglia di continuare cn gastroprotettore e gastrotuss ma io volevo provare l alternativa cn metodi naturali ….cosa mi consiglia?

    1. Pierluigi Caramagna

      Buonasera Giovanna, al momento segua il suo medico. Dal programma che ho preparato capirà se posso esserle di aiuto con il mio metodo naturale.

  16. Salve dottore, ho da 4 mesi acidità continua, salivazione eccessiva, insonnia, bruciore di stomaco e tanto altro il mio dottorei prescrisse inizialmente i gaviscoon per 1 settimana dove non fecero effetto poi mi iscrisse i magaltop per 1 mese più alimentazione curata e ancora niente non so più che fare sto soffrendo ogni giorno

    1. Pierluigi Caramagna

      Buonasera, mi spiace sentirvi soffrire così. Segua il programma con attenzione troverà un aiuto anche per il suo caso!

  17. Silvana d agostini

    Salve, sono Silvana, ansiosa di natura. Soffro di stomaco e intestino da sempre, ho avuto helicobacter qualche anno fa. Debellato. Ora sono mesi che combatto con gastroprotettore e antiacidi di ogni specie. Niente. Un giorno meglio. Dieci giorni peggio. Sono disperata

    1. Pierluigi Caramagna

      Buongiorno Silvana, certamente lo stomaco e l’intestino sono molto sensibili al nostro stato d’animo. Cercherò di inserire qualcosa sulla riduzione dello stress.

  18. Buongiorno sono Danilo sono celiaco e intollerante al lattosio da moltissimi anni soffro di acidità stomaco reflusso ho provato di tutto antiacidi ma niente. prendo enzimi digestivi ai pasti e fermenti lattici x aiutare la digestione il senso di pesantezza e un po migliorato ma ho sempre gola rossa e senso di asma non saprei se è per troppa acidita o poca .non riesco a fare i pasti come prima mi riempio subito .esame urine concartina tornasole molto acide se può interessare grazie mille

    1. Pierluigi Caramagna

      Buongiorno Danilo, si nel suo caso potrebbe avere una carenza di succhi gastrici ed enzimi digestivi durante i pasti. In ogni caso la gola rossa e il senso di asma possono essere dovuti al reflusso. L’acidità delle urine può indicare uno stato di infiammazione, ma dovrebbe ripeterlo 3 volte al giorno lontano dai pasti per avere un’idea più corretta. Per misurare l’acidità delle urine è più attendibile un esame del Ph fatto in laboratorio.

  19. Soffro di gastrite cronica ,reflusso gastroesofageo da molti anni, di digestione lenta , gonfiore addominale, con gola quasi sempre infiammata. Ho preso tutte le marche di gastro protettori ma ora non li tollerò più, ho provato anche con rimedi alle erbe, ma nei preparati trovo sempre ho la menta oppure la liquirizia che mi accentuano la gastrite e poi sono costretta a sospendere. Non ho trovato né un medico, nè un gastroenterologo che mi abbia saputo consigliare su come risolvere i miei problemi. Seguo un alimentazione corretta eliminando tutto ciò che è controindicato per queste patologie, mangio 5 volte al g e la sera molto poco. Non riesco a prendere peso e sono di 5 kili sotto peso. A volte mi de primo per questa situazione.

    1. Pierluigi Caramagna

      Buongiorno, grazie della sua condivisione. I gastro protettori servono all’inizio, poi diventano inefficaci. Anche i rimedi sono da selezionare con cura, non vanno bene i rimedi dove dentro c’è di tutto. Lei certamente è già attenta a diverse cose, ma non si demoralizzi ! Sappia che possibile ancora fare molto. Le darò indicazioni per iniziare ad aiutarla.

  20. Buonasera mi chiamo Emiliano ho 41 anni ho iniziato a dicembre con nausea e gonfiore addominale fatta una gastro nulla di rilevante apparte leggera flogosi nello stomaco dovuta ad Helicobacter che ho eradicato con cura pylera finita il 9 febbraio e fatto il test ieri risultato negativo!ma non riesco più ad avere una vita normale nausee e dolori allo stomaco che si alternano a pirosi anche con reflusso! Tendo a precisare sono uno sportivo non fumo ne bevo alcol !fatta un eco addominale trovato del colesterolo nella cistifellea che anche essa ogni tanto mi dà dolori in alto a destra e scapolare!paradossalmente trovo giovamento se mi sdraio riesco a dormire anche senza cuscino ma come inizio la giornata cominciano le nausee e battiti del cuore nello stomaco creando affaticamento !spero mi possa essere d’aiuto perché non ho più una vita grazie

    1. Pierluigi Caramagna

      Buongiorno Emiliano, cercherò di aiutarla. La sua esperienza conferma che l’eradicazione con gli antibiotici dell’ Helicobacter non garantisce la soluzione definitiva. Comprendo che la nausea sia molto fastidiosa che nel suo caso è accompagnata da reflusso. Le darò indicazioni per ridurre questi disturbi. Essendo uno sportivo non smetta mai di fare del movimento, anche solo degli esercizi aerobici in casa ( vista la situazione attuale ).

  21. Ciao grazie comunquese mi aiuterà oppure no soffro di gastrite esofagite da reflusso ed ernia iatale digestione lenta da molti anni prendo il pariet a periodi alternando periodi di antiacidi maturali sto bene per dei periodi poi ritorna l’acidita.

    1. Pierluigi Caramagna

      Buongiorno, sono lieto che abbia deciso di iscriversi. Capisco i suoi dubbi, ma sono sicuro che potrà trarre del beneficio da questo programma.

  22. Salve, sono Nella, e ho 44 anni. Da tempo soffrivo di grande gonfiore addominale ma non ho mai fatto controlli finché quasi 2 anni fa ho tolto la colicisti. Dopo una ventina di giorni avverto dei forti dolori a bocca Dell anima e schiena. Dopo diversi episodi finisco in ospedale. Le prime analisi rivelano transaminasi e gamma molto alte. Inizio cura e vari esami. Endoscopia e colangio (risonanza magnetica). Dalla prima risulta una gastrite liev.cronica con metaplasia intestinale e lieve atrofia. Dalla colangio tutto bene. Seguo questa terapia,, :noremifa sciroppo dopo i pasti e deursil 450 la sera. Non ho avuto più quei dolori epigastrici (così li chiamano) ma ho comunque vari disturbi… Bruciore,, gonfiore ecc…… Scusi se mi sono dilungata… Ma ho cercato di spiegare alla meglio la mia situazione. Soffro pure di stetosi epatica.

    1. Pierluigi Caramagna

      Buonasera Nella, nel suo caso molto probabilmente ha una carenza di succhi gastrici che le provocano una digestione lenta, fermentazione e gonfiore. Il fegato inoltre è in difficoltà a produrre bile in quantità corretta e questo le impedisce di digerire bene specialmente i grassi. Nel programma vedremo come stimolare la sua digestione. Grazie di aver condiviso.

  23. ORIANA ANTONELLA RELLA

    Buongiorno, mi chiamo Oriana e da due mesi circa ho buciore allo stomaco, rigurgidi acidi e dolore alla gola notturno….non ho ancora efettuato la gastroscopia prescrittami a causa della sospensione delle attività ambulatoriali e diagnostiche per coronavirus. Sto già prendendo aloe camomilla e zenzero che mi danno un certo sollievo, non posso più bere vino o alcool, perchè avvert subito l’acidità, ed ho eliminato anche il caffè…vorrei saperne di più di cure naturali ed alimentazione corretto, almeno fino a quando potrò evitare di assumere farmaci…grazie e a presto…sono molto interessata alla sua esperienza.

    1. Pierluigi Caramagna

      Buongiorno Oriana, anche nel suo caso occorre ridurre il reflusso. Al momento posso dirle di cenare presto, stare molto leggera la sera e poi deve attendere almeno un paio di ore prima di coricarsi. Usi pure la camomilla specialmente alla sera. Nel programma parleremo certamente di strategie alimentari e alcuni rimedi.

  24. Buongiorno,sono Olga ho 40 anni da quasi due anni soffro di bruciori dello stomaco,dolori e gonfiore alla pancia. Ho debellato helicobacter però non mi sono più ripresa.sto usando soltanto infusi e a volte bianacid.grazie.

    1. Pierluigi Caramagna

      Buongiorno Olga, è ancora in tempo per cambiare completamente la situazione ( due anni che ne soffre ). La sua esperienza dimostra che non è sufficiente eliminare il batterio per risolvere, ma occorre ridurre l’infiammazione dello stomaco. Continui con gli infusi caldi prima dei pasti e a digiuno. Il gonfiore e dolore alla pancia indicano la necessità di depurare l’intestino.

  25. Claudia Valladares

    Ho gastritis cronica ernia iatale anche hellicobater dovuto a questo sento ronzio nelle orecchie in testa ho preso antibiotici ma non ancora sono guarita vorrei sapere come fare una cura naturale

    1. Pierluigi Caramagna

      Buongiorno, nel suo caso è possibile che lei abbia molto reflusso, che arriva fino al canale uditivo. Spesso dopo l’eradicazione dell’Helicobacter aumenta il reflusso. Dovrebbe appena possibile fare una visita da un Otorinolaringoiatra. Certamente il percorso che faremo le sarà di aiuto.

  26. Mi chiamo Rosa soffro da tempo di una gastrite cronica piccola ernia iatale e conseguente reflusso gastrico diagnosticato il tutto con varie gastroscopie.Periodicamente prendo esomeprazolo oppure esomeprazolo da 40 ma ultimamente poco efficaci.Da circa tre mesi spesso ho tosse secca ,bruciore in bocca e naso nonché bocca sempre secca e continuo bisogno di deglutire. Vorrei da lei se possibile un consiglio per terapia naturale;purtroppo i fans spesso mi sono serviti per varie problematiche articolari peggiorandone il quadro e lo stress ha il suo grosso contributo. La saluto ringraziandola sentitamente.

    1. Pierluigi Caramagna

      Buonasera Rosa, a lungo andare gli antiacido diventano poco efficaci e in effetti i fans infiammano lo stomaco. Nel programma metteremo le basi per agire sull’infiammazione e sul reflusso. Non tratteremo direttamente lo stress che purtroppo peggiora di molto la situazione. Mi potrete però fare delle domande in base alla vostra situazione se avete piacere.

  27. Ciao mi chiamo Anna e soffro da molti anni di gastrite erniaiatale reflusso esofageo ulcera duodenale come medicine prendo gaviscon esopral e metal la digestione molto lenta e mi sento sempre lo stomaco imbarazzato pur stando sempre a dieta ma nondimagrisco ho perso i primi tempi 16kg ma adesso ne ho presi di nuovo 7 come posso fare x stare meglio grazie

    1. Pierluigi Caramagna

      Buongiorno Anna, nel suo caso parleremo di come rendere più veloce la digestione. Servirà anche per accelerare un po’ il metabolismo.

  28. Ciao Pierluigi sono Teresa da anni soffro di stomaco e pancia gonfia acidità di stomaco fino in gola ho l’elicobcter pilori gastrite e reflusso gastroesofageo a volte non posso bere neanche acqua che sembra di avere bevuto litri d’acqua grazie per il tuo aiuto

    1. Pierluigi Caramagna

      Buongiorno Teresa, l’acidità di stomaco che risale verso la gol è sempre dovuta al reflusso. Parleremo anche di come bere l’acqua visto il suo disturbo.

  29. Mariangela

    Buongiorno, soffro da circa 5 anni di reflusso che mi ha provocato un’asma cronica, prendo costantemente gastroprotettore, per quanto possibile cerco di avere un’alimentazione sana. Vorrei trovare un equimibrio per stare meglio . Grazie attendo i suoi consigli.

    1. Pierluigi Caramagna

      Buongiorno, si capisco, l’asma è molto fastidiosa e debilitante. Cercheremo di invertire la rotta. Grazie della sua condivisione!

  30. Mi chiami Esmeralda Vecera e volevo ringraziarti per averlo possibilità di vederlo le vostre vidio gratuito comme sono studenta ancora per un ano. Volio prima di tutto agurare un bon salute in questo situazione e bon motivi per questo lavoro mervelioso.

    Io avevo un testamento con tre antibiotici per helico bacter perche il medico mi à fato pressione per il cancro se no. Ho fato due settimane ma ho sempre dolore a destra soto il polmoni giù le costoles. Pensavo che e fegato ma comme vado a tualet e il dolori diminuito penso che che problema con testini e stomaco.
    Ho un informazione grave ne tute le tendine et ho molto dolore e male circolazione. Ho anche un glande nel hipofiza con una prolactina alta 76.
    Grazie tanto ancora.

    1. Pierluigi Caramagna

      Buonasera Esmeralda, ringrazio lei di essersi iscritta a questo programma. Non è sempre necessario usare gli antibiotici per l’helicobacter, non in tutte le persone. Da quello che mi scrive è necessario ridurre l’infiammazione di tutto il corpo, depurandosi profondamente. Questo determina problemi anche di stomaco e di intestino.

  31. Anna Platania

    Buonasera mi figlia soffre di esofalgite dolore al petto gola Stretta prende protettore gastrico e antireflusso mangia più pulita possibile ma niente.. Grazie della sua risposta

    1. Pierluigi Caramagna

      Buonasera, per sua figlia sarà necessario capire se oltre all’alimentazione c’è un problema di stress. Avremo modo di approfondire. Grazie a lei di essersi iscritta!

  32. Fedora Zuliani

    Buongiorno Pierluigi, io soffro di reflusso da un po’ di anni, so che dovrei eliminare soprattutto il caffè, però per me è molto dura, cerco di mangiare bene, ogni tanto sono tentata dai dolci e non resisto, dalle due gastroscopie che ho fatto negli ultimi 9 anni, risulta sempre gastrite cronica, sicuramente il mio stomaco sarà infiammato, cosa mi suggerisci? Grazie per la risposta che mi darai.

    1. Pierluigi Caramagna

      Buongiorno, la gastrite cronica indica sempre uno stato di infiammazione. Parlerò nello specifico di questo e cosa potrà fare. Certamente occorre migliorare alcune cose. Il caffè non va demonizzato ma occorre limitarlo, assumerlo a stomaco pieno e solo quando ne sente realmente bisogno. Molto importante è anche la miscela di caffè che si utilizza. Questo per darle una prima indicazione.

  33. Caterina Pecoraro

    Ciao sono Caterina ho 58 anni e da circa 8 mesi soffro di digedtione lenta e bruciore continuo allo stomaco ho preso di tutto ma senza risultati ho perso in 8 mesi 4 kg

    1. Pierluigi Caramagna

      Buongiorno Caterina, spero che abbia fatto degli accertamenti medici nel frattempo. Nei video le darò certamente delle indicazioni per ridurre il bruciore di stomaco.

  34. Buongiorno soffro di gastropatia erosiva con reflusso gastrico con un ernia iatale …vorrei trovare qualcosa che mi faccia star meglio che non siano i soliti farmaci

    1. Pierluigi Caramagna

      Buongiorno, la gastrite erosiva è spesso legata ad una eccessiva acidità, troverà nel programma informazioni per regolare i succhi gastrici in modo naturale! Per l’ernia iatale come prima indicazione le suggerisco di consumare piccoli pasti e spuntini più frequenti.

  35. Ho l’helicobacter dal 2010 ma non posso prendere gli antibiotici perché sono allergica. Come posso debellarlo?

    1. Pierluigi Caramagna

      Benvenuta, certamente troverà suggerimenti utili anche in caso di Helicobacter. Nelle forme croniche è comunque sempre necessario fare gli opportuni esami medici di controllo per valutare l’evoluzione del problema.

  36. Ciao sono Rosella ho 54 anni. ed e da molti anni che soffro di bruciori. dallo stomaco fino in gola e a volte persino bruciore alla bocca.faccio dei periodi con lansox o pantorc . Vorrei smettere di prendere medicinali e trovare una cura naturale efficace.

    1. Pierluigi Caramagna

      Buongiorno Rosella e benvenuta! Grazie della sua condivisione. Presto vedremo insieme delle strategie naturali efficaci per il bruciore di stomaco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *