Scopri come contrastare le vere cause di gastrite con l'alimentazione, senza diete restrittive

Ciao da Pierluigi,

oggi voglio spiegarti in modo semplice le vere cause di gastrite e perchè non riesci a liberartene.

Ti dimostrerò come GASTRITE, HELICOBACTER PYLORI e uso cronico di FARMACI ANTIACIDO sono SOLO UNA CONSEGUENZA di una situazione che deve essere affrontata a partire dall’alimentazione.

Se non parti da qui, sarebbe come continuare a gettare benzina sul fuoco mentre si cerca di spegnerlo con le secchiate d’acqua…

Le vere cause alimentari di gastrite

La ragione principale per cui le persone non riescono a risolvere i loro problemi di gastrite è una alimentazione sbilanciata.

Mi spiego subito.

L’alimentazione sbilanciata consiste nell’abuso o la carenza di una categoria di alimenti nella propria alimentazione di base: abuso di carboidrati, proteine o grassi o la carenza cronica di FIBRE.

Vediamoli in ordine:

CAUSA di GASTRITE N°1: ABUSO DI CARBOIDRATI

Mi riferisco agli alimenti che contengono zucchero e gli alimenti “simili allo zucchero”.

Sappiamo bene che gli alimenti che contengono “zucchero” sono tutti i prodotti dolciari, il gelato, le bevande dolcificate.

Gli alimenti “simili allo zucchero” sono tutti i farinacei come pasta, pane, grissini, pizza, riso.

I carboidrati si comportano in modo simile allo zucchero perchè vengono assorbiti molto velocemente dall’intestino.

Gli zuccheri entrano nel circolo sanguigno in modo massiccio e questo richiama la produzione di un ormone che si chiama INSULINA.

Quando lo zuccherò è troppo, l’insulina non riesce più a portare lo zucchero ai tessuti che ne hanno bisogno. A questo punto viene in soccorso un altro ormone, il CORTISOLO che fa bruciare gli zuccheri in eccesso.

Il cortisolo in eccesso provoca l’aumento della secrezione acida da parte dello stomaco!

L’abuso di carboidrati induce inoltre fenomeni di fermentazione a livello intestinale, in quanto i batteri utilizzano gli zuccheri e producono gas.

Questo causa gonfiore addominale e altera la flora batterica intestinale.

CAUSA DI GASTRITE N°2 : ABUSO DI PROTEINE

Gli alimenti principali che contengono proteine sono la carne, il pesce, le uova, i formaggi e i legumi.

Le proteine devono essere scomposte dallo stomaco per essere poi assorbite dall’intestino. La digestione delle proteine non è semplice, occorre molto acido e molti enzimi digestivi da parte dello stomaco.

Se lo stomaco è in difficoltà per via della gastrite, molte proteine rimarranno parzialmente indigerite nell’intestino causando fenomeni di putrefazione intestinale e gonfiore.

Inoltre gli aminoacidi che compongono le proteine vengono degradati in una forma tossica che favorisce l’infiammazione dell’intestino e della mucosa gastrica.

Tra questi ricordiamo l’istidina che si trasforma in ISTAMINA, che fa aumentare la secrezione acida. Le altre sostanze tossiche per l’intestino sono ad esempio la PUTRESCINA, la CADAVERINA.

Questo meccanismo altera la flora batterica intestinale provocando DISBIOSI INTESTINALE, che induce COLITE, STITICHEZZA, DOLORI ADDOMINALI.

Stomaco e intestino sono strettamente collegati: un problema nella digestione a livello di stomaco compromette la salute dell’intestino e viceversa.

CAUSA di GASTRITE N°3: ABUSO DI GRASSI

Qui mi riferisco a tutti i grassi che sono contenuti nel formaggi, nei salumi, negli oli vegetali, nel burro, nelle fritture, nella carni grasse.

Il problema più grave sono gli oli vegetali usati a livello industriale che formano i cosiddetti grassi trans, altamente tossici per il nostro corpo.

Ma anche un certo abuso di carni grigliate, di affettati e salumi, nonchè di formaggi, provocano un aumento dei livelli di infiammazione nel corpo.

In pratica

Carboidrati, proteine e grassi, producono inevitabilmente delle scorie acide che tendono ad infiammare tessuti e organi del corpo, se non sono compensati da alimenti DEACIDIFICANTI.

Gli alimenti deacidificanti sono quelli a prevalenza di fibre, in particolare le verdure!

CAUSA DI GASTRITE N°4: CARENZA DI FIBRE

Se non consumiamo regolarmente le fibre delle verdure ogni giorno, non avremo altra sorte che andare incontro ad un fenomeno che si chiama ACIDOSI TISSUTALE.

L’acidosi fa richiamare dal corpo tutte le sostanze BASICHE che possono neutralizzare le scorie acide prodotte dalla digestione degli alimenti.

A livello dello stomaco l”acidosi fa perdere MUCO E BICARBONATO che neutralizza l’acidità gastrica necessaria per la digestione.

Se non ci fossero questi “sistemi tampone”, avremmo tutti un’ulcera perforata dello stomaco!

Cosa fare allora?

Il primo meccanismo da sfruttare è semplice.

I processi digestivi sono regolati dall’ormone INSULINA ogni volta che introduciamo zuccheri, ma anche da 2 ormoni che intervengono durante il giorno e la notte:

Il CORTISOLO  e l’ ORMONE DELLA CRESCITA

Sappiamo che il cortisolo è molto alto al mattino e decresce di sera, questo è il periodo migliore per consumare i carboidrati. Il corpo li assorbe meglio.

Invece l’ormone della crescita aumenta verso sera, e questo è il momento migliore per consumare le proteine, che vengono usate per rigenerare i nostri tessuti nelle ore notturne.

Conclusione

Ti ho appena svelato un trucco fondamentale per bilanciare la tua alimentazione. Se non lo hai letto vai a rivedertelo!

Oggi esiste una scienza che si chiama “Cronobiologia” che studia esattamente questi semplici concetti.

Seguendo questo sistema è possibile ritornare a mangiare praticamente tutto, senza più infiammare lo stomaco.

Non si tratta quindi di mangiare solo carne come nella cosiddetta”paleodieta”,  ma neanche di continuare a riempirti solo di carboidrati ogni giorno.

Ti suggerisco di non praticare regimi alimentari dove si tolgono di colpo i carboidrati o le proteine, a rischio della tua salute.

Queste pratiche rischiano di sballare completamente il tuo metabolismo di base, a meno di imbottirti per sempre di integratori alimentari per colmare le carenze nutrizionali che potrai avere dopo poco tempo.

Quello che ti suggerisco è talmente semplice che non interessa a quasi a nessuno dei cosiddetti “esperti”, perchè bilanciando gli alimenti e abbinandoli correttamente, non avresti bisogno di alcuna dieta.

Spesso dietro “certe diete coraggiose” si nasconde un grosso business sugli integratori che ti creano le stesse dipendenze dei farmaci. Quando smetti di prenderli stai peggio di prima!

Scusa lo sfogo, ma basterebbe leggere un qualunque libro di biologia in modo disinteressato per capire come funziona la biochimica del corpo.

Non si può alterare il metabolismo andando per tentativi o provando la dieta di un nostro amico solo perchè ha funzionato per lui. Ogni persona è diversa!

Spero di averti aiutato.

Se desideri approfondire, puoi leggere i principi che ispirano le mie consulenze benessere alimentari andando a questa pagina.

GRAZIE della tua attenzione!

Pierluigi

P.S.

Se hai dei dubbi o domande scrivimi pure un tuo commento qui sotto. Sarò lieto di risponderti!

6 commenti

  1. Maria Angela

    8 mesi fa  

    Io seguo gia’ un’alimentazione appropriata datami da una nutri-zionista, ma comunque ogni tanto ho la nausea.Premetto intanto che faccio uso di parecchi farmaci : per tiroide, diabete tipo 2 e aritmie e ipertensione.


    • Pierluigi Caramagna

      8 mesi fa  

      Buongiorno, bisogna vedere se sta seguendo una alimentazione specifica per la gastrite o per altri motivi. Potrebbe avere una gastrite non curata oppure una conseguenza delle altre patologie che ha indicato ( o effetti collaterali dei farmaci ).


  2. Ilaria

    2 settimane fa  

    Buonasera. Non so se ho capito bene allora.. I carboidrati vanno consumati di mattina/a pranzo, e le proteine a cena? Grazie


    • Pierluigi Caramagna

      2 settimane fa  

      Buonasera, nel caso in cui i problemi di stomaco sono molto peggiorati dallo stress, può aiutare prediligere i carboidrati secondo lo schema che ha descritto per un periodo. Ma dipende anche dai sintomi e da altre condizioni. Se la persona, ad esempio, ha molta sonnolenza dopo il pranzo si potrebbe fare il contrario.


  3. Ilaria

    2 settimane fa  

    No non sento sonnolenza dopo pranzo. Sento da circa 15 giorni dolore di stomaco/intestino che si manifesta come un dolore/affaticamento dei muscoli addominali..e affaticamento simile al dolore alla milza quando si corre..come se stessi facendo palestra..ma non sto facendo assolutamente nulla e mangio sempre leggero. Quandi ho questi sintomi sento il respiro venire meno, e a volte la sera vomito perchè sento che non digerisco bene,ma solo a volte. Cosa potrebbe essere?


    • Pierluigi Caramagna

      2 settimane fa  

      Buonasera, i disturbi che lei percepisce possono certamente dipendere da stomaco o intestino ma è opportuno che faccia gli opportuni accertamenti medici, per una diagnosi corretta. Purtroppo lo stomaco non si ammala solo per una alimentazione non adeguata, ma anche per lo stress di origine emotiva.


Commento

La tua email non sarà pubblicata.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Informativa sulla Cookie Privacy di questo Sito

Questo sito o gli strumenti terzi che utilizza si avvalgono, oltre che di cookie tecnici necessari al corretto funzionamento, di cookie di tracciamento utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Per i dettagli consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando sulla pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera, dichiari di acconsentire all’uso dei cookie nei termini espressi.

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco